sabato 16 settembre 2017

Forza Bianchi, Forza Pro! | Il bicchiere com'è?


(foto di Fabio Sola)
 
Alla quarta partita di campionato la Pro finalmente riesce a muovere la classifica, conquistando un punticino in quel di Brescia.
I padroni di casa, a dire il vero, hanno mostrato ben poca qualità tanto che, almeno nella prima parte del primo tempo, i nostri hanno addirittura avuto alcune ghiotte occasioni da rete.
Purtroppo incredibilmente sciupate: il palo colpito a porta vuota da Firenze è stato addirittura scandaloso, così come la “ranzata” di Castiglia a centro area in posizione favorevolissima.
Morra si è mosso molto, ma con risultati sterili spegnendosi progressivamente nella ripresa.
La nota più positiva della giornata, a nostro avviso, è stata l’inserimento da titolare del portiere Marcone che si è dimostrato nettamente più sicuro di Nobile, distinguendosi anche in un paio di parate davvero impegnative: bravo!
Nel secondo tempo i bianchi sono calati fisicamente subendo gli attacchi dei padroni di casa e usufruendo, obiettivamente, di un intervento a nostro vantaggio da parte dell’arbitro in occasione di un fallo piuttosto netto in area ai danni di Caracciolo.
A vedere il bicchiere mezzo pieno abbiamo mosso la classifica; a vederlo mezzo vuoto siamo sempre più ultimi perché Entella e Cesena hanno vinto entrambe; a vederlo mezzo pieno abbiamo creato qualche occasione da rete in più; a vederlo mezzo vuoto le abbiamo sprecate tutte in malo modo continuando a evidenziare la sterilità dei nostri attaccanti (a proposito: come mai non è stato schierato Raicevic?).
E perché Vajushi (a nostro avviso il più veloce e dinamico degli attaccanti della Pro) viene sempre schierato soltanto verso la metà della ripresa?
Comunque, al di là dei “se” e dei “ma”, potremo avere le idee più chiare già martedì sera, quando la Pro affronterà in casa la Salernitana: se si vincerà potremo ricominciare a sperare, in caso di pareggio o sconfitta la crisi sarebbe davvero nera.
Una nota di contorno: ricordando i toni offesi e scandalizzati di Massimo Secondo e dei giocatori bianchi la scorsa settimana, che avevano accusato il pubblico di aver lanciato loro ingiustamente alcuni fischi (dopo la quarta sconfitta di fila e ultimo posto in classifica…), abbiamo notato sia oggi a Brescia (peraltro situato in posizione ben migliore di noi a 5 punti) che ieri sera a Vercelli da parte dei tifosi alessandrini nei confronti della loro squadra (soltanto alla prima sconfitta) che le rispettive tifoserie risultano molto più esigenti, fischiando e contestando i giocatori ben più pesantemente rispetto a quanto succede a Vercelli.
A dimostrazione del fatto che, in fondo, qui da noi la pazienza è comunque superiore alla media delle altre piazze calcistiche. E’ giusto considerarlo e, piuttosto, tirarsi su le maniche con umiltà.
Ora pensiamo a martedì e attendiamo i ragazzi ad una prova finalmente degna, con tre punti che ci allontanino dalla triste posizione di fanalino di coda.  

Fabio Sola - Vercelli YouthNews