sabato 4 marzo 2017

Forza Bianchi, Forza Pro! | Chi di Falletti ferisce, di falletti perisce...

(immagine di Fabio Sola del derby di andata a Vercelli)
 
La svolta al momento giusto: due vittorie esterne di fila, inframmezzate da un punto messo a segno al novantatreesimo su rigore.
Potrebbe essere un segno del destino che le cose per la nostra Pro si stiano mettendo nel senso giusto?

Di certo alla vigilia dell’importantissima sfida con i cuginetti novaresi, il morale della truppa guidata da Longo è tornato ad essere alto.
E pure quello dei tifosi vercellesi che si apprestano ad affrontare in massa la trasferta “fuori porta” di domenica prossima, per dare un sostegno fondamentale alla squadra.
Domenica prossima sarà l’occasione buona per rispolverare quell’orgoglio vercellese e quell’entusiasmo troppo spesso sopìto e che dovrà esplodere sugli spalti dello stadio “Piola novarese”.   
La sfida-salvezza con la Ternana ha sorriso alle bianche casacche ed affossato quasi definitivamente gli umbri, che hanno confermato di essere senza dubbio la peggior squadra del campionato.
Solo un pochi giocatori delle “fere” si sono salvati, tra cui il bravo Falletti che ci ha messo paura dopo pochi minuti di gioco, insaccando la rete del momentaneo vantaggio dei padroni di casa.
Ma “chi di Falletti ferisce, di falletti perisce…”.
Infatti, terminata la sfuriata iniziale, un falletto nella propria area di rigore ai danni di Aramu (che poi ha trasformato il penalty) ha consentito ai nostri di pareggiare e, successivamente, di portarsi in vantaggio grazie al secondo goal di rapina del lesto Rolando Bianchi.
Il secondo falletto che ha condizionato a nostro favore l’incontro, è stato quello di Contini che così si è fatto giustamente espellere, relegando i ternani in dieci per tutto il secondo tempo.
I bianchi in superiorità numerica hanno avuto due mastodontiche occasioni per risolvere definitivamente l’incontro, ma Emmanuello prima ed Aramu poi hanno deciso di prolungare la suspence fino alla fine, sbagliando clamorosamente le due ghiotte occasioni.
Ma tutto è bene ciò che finisce bene: ci portiamo a casa tre punti d’oro, che fanno sette punti in tre partite. Così ci allontaniamo dalla  zona retrocessione ed affrontiamo le prossime partite con rinnovata fiducia e convinzione in noi stessi.
I principali motivi per sorridere? La capacità mentale di aver saputo difendere il vantaggio fino in fondo (pur con la pecca di aver sbagliato un paio di succose palle goal);  il miglioramento dell’intesa con i nuovi innesti (Vives, Aramu, Bianchi); l’aver trovato un giocatore pericoloso che sa realizzare sotto porta (Bianchi); la conferma e la crescita di alcuni giocatori (Emmanuello, Berra, Germano) e la scoperta di un giocatore molto promettente che a nostro avviso merita spazio e molta attenzione (Eguelfi).
Insomma, pur restando con i piedi per terra, se la strada intrapresa è questa possiamo guardare al prossimo futuro ed alle prossime sfide con rinnovata fiducia.
Quindi? Che domanda: tutti, e sottolineiamo tutti, a Novara domenica prossima in Curva a tifare Pro Vercelli in un derby difficilissimo, ma pure apertissimo.
Fuori gli attributi, allora, dai giocatori ai tifosi!
ForSa Pro!
 
Fabio Sola - Vercelli YouthNews