domenica 29 gennaio 2017

Forza Bianchi, Forza Pro! | Rialzarsi subito!

(foto di repertorio di Fabio Sola)
 
 
Ho aspettato a scrivere questo articolo perché mi è difficile digerire una sconfitta interna così pesante, non tanto per il risultato (1-3 in rimonta non è comunque poco), ma per il modo in cui hanno giocato il secondo tempo le Bianche Casacche.

La Pro, durante la prima frazione di gioco, ha retto bene il ritmo della gara e, proprio allo scadere dei primi 45 minuti di gioco, i Leoni sono andati a segno grazie ad un bel gol del nostro bomber Andrea La Mantia.
Ma la Pro, si sa, nel secondo tempo non riesce a mantenere il ritmo di gioco degli avversari; causa, come detto e stradetto nei precedenti nostri articoli, la scarsa preparazione atletica dei nostri beniamini.  
Ed ecco qui serviti tre gol in rimonta dei Granata che strappano la vittoria (ormai certa secondo alcuni) alla Pro.
Ma noi tifosi della Pro dobbiamo essere sempre positivi. Non importa se perdiamo contro l'ultima in classifica per 1-3; l'importante è salvarci all'ultima giornata (non prima), come detto dal nostro DS Varini....
Riguardo al mercato invernale beh, cosa posso dire: Aramu, giocatore scuola Toro, è un ragazzo che ha voglia di fare bene per poter sfondare nel mondo del calcio professionistico.
Domani, secondo molte fonti, dovrebbe arrivare Giuseppe Vives sempre dal Torino, 36enne, ex-capitano dei Granata e giocatore d'esperienza.
Questo potrebbe cambiare molto ma, come San Tommaso, preferiamo prima vedere e poi giudicare.
L'unico acquisto che mi lascia perplesso è Comi, probabilmente acquistato per motivi che nulla hanno a che fare con necessità tecnico-tattiche (è figlio d'arte, quindi...).
Al centro dell'attacco non bastavano La Mantia e Morra?
Peraltro l'esordio di ieri contro il Trapani, è stato poco promettente: si è letteralmente divorato un goal che avrebbe potuto cambiare le sorti dell'incontro. Ma diamogli tempo.
La partenza più dolorosa dei Bianchi è stata sicuramente quella di Mattia Mustacchio, l'unico giocatore offensivo della Pro dotato di velocità e fantasia. Ha preferito, giustamente, cambiare aria e andare in quel di Perugia dove la squadra locale aspira a salire in serie A.
Speriamo che Aramu non lo faccia rimpiangere. 
Nulla è perduto, siamo ancora in corsa per una salvezza dignitosa a una condizione.
Non bisogna perdere tempo.
 
Fabio Sola - Vercelli YouthNews