sabato 17 dicembre 2016

Forza Bianchi, Forza Pro! | Luci nella nebbia

(foto Samuele Giatti)
 
Il secco 3 – 1 con la quale la Pro ha sconfitto una Spal mediocre e presuntuosa, ha ridato ottimismo ad un ambiente che negli ultimi tempi si stava guastando in modo pericoloso.

Una vera boccata di ossigeno, un toccasana per ritrovare fiducia nelle proprie possibilità e, soprattutto, tre punti importanti per la classifica.
Nelle ultime settimane i problemi non sono soltanto scaturiti dalle opache prestazioni dei giocatori, ma purtroppo anche dagli atteggiamenti sgradevoli  ed arroganti del direttore sportivo Varini con il rischio di rovinare il rapporto con la tifoseria.
Oggi i ragazzi in campo hanno dato, loro per primi, un positivo esempio  di volontà a dimostrazione del fatto che sono i fatti che contano e non certo le parole a vanvera.
Dopo un primo tempo caratterizzato da un gioco spezzettato ed equilibrato, la partita ha rischiato di mettersi male all’inizio della ripresa.
In quel frangente, però, il palo alla sinistra di Provedel ha “deciso” di respingere un tiro degli ospiti che, se fosse entrato, probabilmente avrebbe cambiato il corso dell’incontro.
Il vento è quindi girato a favore dei nostri che, grazie ad una bella punizione di Emmanuello (in netta crescita quest’anno) si sono portati in vantaggio.
Gli ospiti hanno provato a rispondere, ma qui è emersa finalmente la giusta mentalità dei bianchi che non si sono rinchiusi in difesa e, anzi, hanno continuato a spingere insaccando ancora due volte con Morra e Palazzi.
Della serie “La miglior difesa è l’attacco”.
Ed è proprio qui il punto focale: la squadra ci era piaciuta molto nelle prime partite di campionato quando affrontava gli avversari a viso aperto, in maniera sbarazzina schierando uno schema a tre punte.
Poi Longo ha ripiegato spesso per un’impostazione a due sole punte e, guarda a caso, non sono arrivate praticamente più vittorie.
Noi crediamo che optare per una squadra più offensiva sia la scelta giusta. E non dimentichiamoci che a gennaio rientrerà in squadra Vajushi che aveva mostrato ottime cose fino al momento dell’infortunio.
Un plauso, quindi, a tutti i giocatori in campo. In particolare oggi ci sono piaciuti Berra e Luperto, oltre agli autori delle reti.
Concludiamo esternando  un apprezzamento anche al presidente Secondo che in settimana ha rilasciato dichiarazioni oneste e schiette, sollecitando i giocatori e lo staff a svolgere il proprio mestiere con maggiore impegno e professionalità.
Un appello al quale i ragazzi oggi hanno risposto nel migliore dei modi.
Certo questo è solo un passo, ma confidiamo che con la giusta serenità e con un maggiore impegno e convinzione, il futuro possa diventare più roseo.

Articolo di Fabio Sola - Vercelli YouthNews