sabato 10 settembre 2016

Forza Bianchi, Forza Pro! | Che vergogna...


Così come eravamo stati sinceri le scorse settimane nell’essere ottimisti e positivi riguardo all’inizio della stagione della Pro Vercelli, lo siamo anche oggi nel commentare la sfida con il Cittadella.

Non mentiamo a noi stessi e diciamo le cose come stanno, senza mezzi termini:  è stata una delle partite più vergognose per la Pro Vercelli degli ultimi anni.
Cinque pappine dal Cittadella (onore a loro) che ci relegano, già alla terza giornata di campionato, in terz’ultima posizione in classifica.
E pensare che l’approccio iniziale dei bianchi non era stato per nulla male, tanto che nel primo quarto d’ora eravamo riusciti a schiacciare la capolista nella loro metà campo.
Dopodichè è iniziata la sagra dei regali, manco fosse Natale…
 Una serie di grossolani errori di una difesa inguardabile, ha consegnato agli attenti attaccanti veneti ghiotte occasioni da rete che, onore al merito, sono state puntualmente trasformate in altrettanti goals.
Senza tanti giri di parole, è stata la peggior partita giocata dalla difesa vercellese in assoluto.
Non vogliamo trovare capri espiatori, ma è evidente (e lo avevamo già scritto più volte anche in passato) che Elia Legati non è assolutamente all’altezza del compito.
Oltre ad aver provocato il rigore del due a zero, è troppo spesso lento e disattento: speriamo che Longo lo abbia finalmente capito e che inserisca al più presto Luperto.
Comunque oggi nessuno si può salvare là dietro, tranne forse Germano e mammarella che hanno sempre un difficile duplice compito: quello di difendere, ma anche di lanciarsi in avanti sulla fascia.
Stupiscono, a dire il vero, gli applausi tributati dal pubblico a Budel, responsabile anch’egli come gli altri difensori di questa disfatta, quando alla metà del secondo tempo è stato sostituito (dopo essersi tra l’altro beccato una giustissima ammonizione per aver reagito malamente nei confronti degli avversari).
Per contro il Piola ha riempito di fischi il povero Ebagua il quale, seppur abulico in attacco (ma obiettivamente, ha ricevuto qualche palla giocabile dai suoi compagni?) è stato designato pubblicamente come la vittima sacrificale.
Non siamo d’accordo: non è stato certo lui il colpevole per i cinque goals subìti, eppure i tifosi superesperti del Piola pare lo abbiano già bollato…In realtà oggi non ha fatto certo meglio di lui Mustacchio (impreciso ed inefficace) e neppure  Morra (che ha sbagliato il rigore).
Nel disastro generale, l’unico che ci è comunque piaciuto e che ha dato il meglio di sé, è stato Vajushi.
Al termine dell’incontro qualche timido fischio dagli spalti, ma nulla più. Se questa débacle fosse successa a qualche altra squadra credo che i tifosi avrebbero reagito ben diversamente…
Eppure il presidente Secondo ha ancora avuto il coraggio di lamentarsi, dicendosi parecchio infastidito per le critiche di “quattro imbecilli”…
Mah…
Ora attendiamo la riscossa, che non si prospetta facile dato che i bianchi giocheranno due partite di fila in trasferta contro Spezia e Benevento, per poi ospitare in casa il Cesena.
Questa è la B signori…
Fabio Sola - Vercelli YouthNews