martedì 2 agosto 2016

Un incontro speciale

(foto Fabio Sola)

Domenica sera allo stadio Piola ci sarà un incontro speciale.
La partita di Coppa Italia tra Pro Vercelli – Reggiana? Beh certo, ma sarebbe una risposta troppo scontata.
Qui parliamo di un altro momento particolare, nell’ambito della partita stessa: l’incontro del pubblico vercellese con l’uomo che fino a ieri è stato la bandiera dei bianchi: Ettore Marchi.
Il bomber che, grazie alle sue innumerevoli reti, ci ha consentito di ritornare in serie B dopo il primo scivolone e di rimanerci ancora l’anno seguente.
Il giocatore che, oltre a segnare, ha sempre dato il massimo in tutti i novanta minuti di gioco, senza risparmiarsi mai, lottando su ogni palla fino ad arrivare a fratturarsi un braccio, perdendo così la possibilità di aggiudicarsi il titolo di capocannoniere di serie B nel 2015.
Un uomo che ci ha fatto gioire ed esultare innumerevoli volte e che ha contribuito a far tornare grande la Pro Vercelli, riportandola ai massimi livelli.
Un giocatore, un uomo e non un robot.
Un uomo che, come ognuno di noi, ha i suoi alti e bassi e che, forse, ha trovato uno dei momenti più difficili della sua carriera proprio nell’ultimo anno di permanenza alla Pro Vercelli, durante il quale ha siglato solo quattro reti, pur impegnandosi sempre con abnegazione.
Ed è stato proprio in questo anno difficile che sono nate alcune incomprensioni ed alcune tensioni di troppo, appannando il rapporto d’amore con il popolo bicciolano (o meglio con una parte di esso).
Finchè si è arrivati al divorzio ed alla partenza dell’attaccante eugubino alla volta della Reggiana, avversario dei bianchi domenica prossima in Coppa Italia.
Sarà partita vera, naturalmente, con i ragazzi di Longo chiamati alla prima vera sfida di questa stagione che, tra l’altro, consentirà alla vincitrice di disputare il prossimo turno nientemeno che contro i granata del Torino.
Ma al di là del risultato che ovviamente speriamo sia favorevole ai nostri leoni , abbiamo un desiderio ed un invito che rivolgiamo a tutti i tifosi che saranno presenti allo stadio.
Accogliamo con grande affetto e stima Ettore Marchi e tributiamogli un sincero e doveroso ringraziamento per tutto quello che ha fatto in questi anni indimenticabili, onorando la maglia della Pro Vercelli.
Caro Ettore, ora la tua carriera e la tua vita hanno preso una direzione diversa che ti allontanerà dalla nostra città.
Una città, forse, fatta di gente un po’ difficile e brontolona, ma in fondo buona che, in realtà, non ha mai cessato di volerti bene.
Resterai sempre e comunque nella storia della Pro Vercelli e, ne siamo convinti, anche nel tuo cuore ci sarà sempre uno posto speciale per noi.

Fabio Sola - Vercelli YouthNews