sabato 6 agosto 2016

Lavori in corso in casa Pro Vercelli

(foto Fabio Sola)
 
Dopo il sorteggio del calendario per il prossimo anno di Serie B, facciamo un riepilogo degli acquisti o prestiti effettuati finora dalla nostra Pro.

La società, anche quest'anno, ha voluto puntare su giocatori giovani ma con grandi aspettative, come affermato dal DS Massimo Varini.
Ecco tutti i nomi dei nuovi arrivati:
Il centrale Castellano dall'Atalanta, il terzino sinistro Eguelfi dall'Inter, il portiere Gilardi dal Chieri, la punta centrale La Mantia dal Cosenza, il difensore centrale Bacchetti dal Monopoli, l'ala sinistra Baldini dall'Inter, il centrale Palazzi dall'Inter, il portiere Provedel dal Chievo Verona; la punta centrale Morra dal Torino, il difensore centrale Konatè dall'Empoli, l'ala sinistra Vajushi dal Chievo Verona, il centrale Altobelli dal Frosinone e il difensore centrale Mussmann dal Sonderjyske.
Da sottolineare alcune importanti partenze da Vercelli riguardanti il capitano Ettore Marchi verso la Reggiana, Giacomo Beretta tornato al Milan, Mohamed Coly e Manuel Scavone al Parma.
Le prime amichevoli estive giocate contro Cumiana, Alessandria, Pro Piacenza, Giana Erminio, Casale e Trino non sono certo sufficienti per esprimere giudizi definitivi, ma almeno ci sia lecito esprimere un paio di sensazioni.
La prima, estremamente positiva, è quella relativa al nuovo allenatore Moreno Longo: un tecnico con i giusti attributi che, fin dal primo allenamento, ha messo sotto torchio i suoi giocatori mettendo subito in chiaro che solo lavorando sodo si potranno ottenere risultati.
Ed i primi segnali si sono visti: nuovi schemi di gioco, molto più offensivi ed incisivi rispetto al passato uniti ad una preparazione atletica finalmente consona ad una serie B che consentirà certamente ai nostri giocatori di reggere per tutti i novanta minuti di gioco, senza calare alla distanza.
La seconda è che sarà necessario rinforzare la squadra almeno con un attaccante ed un centrocampista di esperienza: attendiamo fiduciosi che la Dirigenza agisca di conseguenza.

Fabio Sola - Vercelli YouthNews