mercoledì 18 maggio 2016

I ragazzi di Vercelli volano con l'Aeronautica Militare

Il corso di Cultura Aeronautica ha coinvolto i ragazzi dai 16 ai 20 anni delle scuole cittadine

 ++FOTO In volo tra Vercelli e Novara 



Sollevare i piedi da terra e issarsi verso il cielo, librarsi nell'aria come un airone. Volare. Il più antico sogno dell'uomo, che ha attirato l'interesse e gli esperimenti di centinaia tra le migliori menti della storia, è atterrato nelle scuole della nostra città. Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, insieme all'Aeronautica Militare, da ormai più di mezzo secolo, tramite gli istruttori del 60° stormo di Guidonia, promuove corsi rivolti ai ragazzi tra i 16 e i 20 anni, in tre città diverse ogni primavera. Quest'anno è stato il turno prima di Dobbiaco, poi di Ancona ed infine, per concludere, Vercelli. Circa 300 i posti disponibili, 260 i partecipanti, provenienti da tutti gli istituti della città, licei classico e scientifico, Lagrangia, Cavour, Agrario, IPSIA e ITIS. 



Il corso, diviso in due parti, ha avuto inizio nel pomeriggio di lunedì 9 maggio, nell'aula polifunzionale della caserma Scalise dei cappuccini, dove attualmente ha sede il 52° reggimento artiglieria terrestre "Torino" dell'Esercito. Tre pomeriggi di lezioni teoriche sui principi fisici del volo, perchè e come vola un aereo, fino alla strumentazione di volo, le tecniche di pilotaggio e la navigazione. Il quarto pomeriggio è stato dedicato al test: una prova di 30 quesiti a risposta multipla che ha selezionato i circa 90 piloti che - nel corso della settimana successiva - si sono seduti al fianco dell'istruttore, per condurre l'aereo - un Marchetti-Siai 208M, utilizzato per l'addestramento e il traino di alianti - attraverso i cieli sopra Vercelli. Il sedile posteriore è stato, invece, occupato da chi, nello stesso test, ha totalizzato un punteggio inferiore. Il quinto giorno - "Media Day" - ha visto la partecipazione delle autorità e dei giornalisti che hanno incontrato studenti, docenti e personale dell'Aeronautica presso l'aeroporto militare di Cameri, dove i ragazzi hanno familiarizzato con il veivolo, in preparazione delle attività di volo programmate per la settimana seguente.


Tra lunedì 16 e mercoledì 18 gli studenti, ormai a tutti gli effetti «giovani piloti», si sono succeduti ai comandi del monoelica attraverso le campagne tra Cameri, Novara e Vercelli, volando in formazione da cinque aerei, destando l'attenzione di numerosi osservatori a terra, incuriositi dall'insolito rombo dei motori al di sopra delle loro teste.
«Ë stato bellissimo, lo rifarei all'istante, senza pensarci - ci racconta Andrea - il volo è stato qualcosa di assolutamente stupendo» 
Un'iniziativa dal grandissimo successo, all'esordio nella realtà Bicciolana, che venerdì pomeriggio - sempre alla Scalise - darà i suoi frutti: i tre ragazzi con la migliore posizione nella graduatoria stilata sommando test teorico e prova pratica avranno la possibilità di trascorrere una settimana a Guidonia, presso il Centro Volo a Vela, dove potranno condurre un aliante.

Samuele Giatti - Vercelli YouthNews