lunedì 25 aprile 2016

Il discorso completo del Presidente Mattarella


(video Quirinale)

Dopo l'inno di Mameli e l'inno alla Gioia, prende la parola, tra gli applausi, il presidente della Repubblica:


«Rivolgo un saluto a tutto i presenti, alla gente della valsesia, al sindaco di Varallo, a tutti i sindaci, al presidente dell'Unione Montana, al presidente Piemonte, alle autorità presenti, ai parlamentari e agli oratori di questa mattina, che ringrazio.
Un saluto ai bambini e ai ragazzi qui con noi oggi. È soprattutto loro questo giorno di festa, che sono lieto di celebrare, per tutta Italia, qui in questa splendità città e in questa splendida valle.
La libertà è nata qui, su queste montagne, con la prima zona libera.
Sulla resistenza, e sul 25 aprile, si fonda anzitutto la nostra repubblica
Su questi monti e queste valli con il sacrificio del sangue è srtata scritta la parola libertà.
La democrazia è proprio essere protagonisti insieme agli altri del nostro domani.
Cari giovani, questa storia, quelle storie, ci interpellano ancora oggi.
Ci dicono che è possibile dire no alle violenze della guerra, all'apatia, al cinismo, alla paura.
Ci dicono che esistono grandi ideali e sogni da realizzare per cui vale la pena battersi.
È sempre tempo di Resistenza.
Non esiste la non guerra: o si promuove la pace o si prepara lo scontro futuro
A chi - come i partigiani qui presenti, a cui porto il ringraziamento della comunità internazionale intera - seppe interprepretare i desiderio di pace del popolo italiano, va riconosciuto un merito.
Settant'anni di pace consegnati dai nostri padri, ora a noi spetta continuare.
Non ci può essere pace soltato per alcuni e miseria fame guerre per altri, queste trovolgerebbero anche la pace di chi pensa di averla conseguita per sempre.
La Resistenza  e la Repubblica, insieme ai movimenti di lotta antifascista, sono diventatti storia e identità dl nostro popolo. ordinamento che permette sviluppare diriti e opportunità
una festa che appartiene a tutti gli italiani amanti della libertà
viva la Valsesia
viva la Repubblica
viva l'Italia»

Segue "Bella Ciao" cantata da tutti i presenti.
Varallo Sesia, 25 aprile 2016
Estratto del discorso del
  
 Presidente della Repubblica Italiana
Sergio Mattarella