sabato 16 aprile 2016

Forza Bianchi, Forza Pro! | Ecco la Pro che vogliamo!

(La suggestiva coreografia degli Ultras della Ovest; foto di Fabio Sola)
 
 
Ci eravamo lasciati una settimana fa con un pareggio dei Leoni e ci ritroviamo oggi a commentare un altro pareggio.
A prima vista sembra la stessa cosa, ma così non è...
Al di là delle recriminazioni per non essere nuovamente riusciti ad ottenere la vittoria, tra il pari rimediato a Como e quello di oggi con la Salernitana c'è parecchia differenza.
Mentre in terra lariana i bianchi erano parsi molli come fichi, al Piola abbiamo almeno riacquistato dignità e rivisto lo spirito agonistico necessario ad affrontare questo incandescente finale di stagione.
La Pro vista oggi, pur avendo rischiato fino a cinque minuti dalla fine addirittura di soccombere di fronte ai campani, è piaciuta.
Innanzitutto è risultata azzeccata (finalmente!) la scelta di optare per un atteggiamento più offensivo, schierando Marchi e Mustacchio, con l'apporto di Malonga (autore di una prova maiuscola) collocato in posizione leggermente più arretrata e laterale.
Grazie al rientro dell'esperto Coly e dalla presenza efficace del granitico Budel, abbiamo ritrovato solidità e sicurezza in difesa.
Grande prestazione, come al solito, dell'instancabile Mammarella e positiva pure la prova dei generosi Scavone e Germano.
Azzeccate anche le sostituzioni operate da mister Foscarini nel secondo tempo: Beretta per uno stanco Marchi e Sprocati al posto di un evanescente Castiglia, che troppo spesso quest'anno ha mostrato i propri limiti.
Forse Beretta e Sprocati meriterebbero più fiducia da parte dell'allenatore: il primo avendo dimostrato ancora una volta un ottimo fiuto per il goal, il secondo confermandosi giocatore di talento da valorizzare.
Nota di demerito, a nostro avviso, per Legati che, ancora una volta, si è fatto trovare impreparato in occasione di un goal subito.
Oggi, in occasione dell'unico tiro in porta della Salernitana, si è letteralmente "dimenticato" di saltare per cercare di respingere il cross in area.
Peccato che l'attaccante Coda lo abbia fatto, trafiggendo l'incolpevole Pigliacelli...
Certo il bilancio di questa serie di cinque scontri diretti con le avversarie per non retrocedere non è stato eclatante: una vittoria e quattro pareggi.
Con i pareggi, nel calcio moderno non si ottiene molto...ma guardiamo il lato positivo: non abbiamo mai perso!
L'importante è ritrovare ottimismo e convinzione, in quanto le possibilità per raggiungere la salvezza sono ancora del tutto intatte.
Ci aspettano partite difficili, ma nessuna di queste è al di sopra delle nostre possibilità.
L'importante è osare e non subire gli avversari!
E' stato bello vedere, a fine partita, i giocatori riappacificarsi con la tifoseria al grido di "Forza Pro!".
Forza ragazzi, ce la possiamo fare!  
 
Fabio Sola - Vercelli YouthNews