lunedì 25 aprile 2016

Il 25 Aprile di Vercelli

Il presidente Mattarella fa visita alla Valsesia ma la tradizionale manifestazione in città non si ferma / IL DISCORSO / FOTO / VIDEO


Nel giorno in cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella fa visita alla Valsesia in occasione della festa della Liberazione, nel capoluogo bicciolano i festeggiamenti subiscono un inevitabile scossone. Manca poco alle 8 del mattino ed in piazza Cesare Battisti è già tutto pronto: istituzioni civili, militari e religiose, le associazioni di ex combattenti e, naturalmente, l'ANPI Città di Vercelli. Si depongono le prime quattro corone d'alloro sotto al monumento e poi, velocemente, ci si sposta in piazza Camana per depositare l'ultima. Celebrazioni un po' frettolose, ma inevitabili per poter permettere il tempo tecnico per lo spostamento di autorità e gonfaloni a Varallo, dove poco dopo le 11 giungerà, direttamente da Roma, con scalo tecnico a Cameri, il presidente della Repubblica. L'alternativa sarebbe stata annullare o rimandare completamente i festeggiamenti, impensabile.
Meglio poco che nulla.


A Varallo il Presidente è stato accolto in pompa magna, alla presenza di tutti i massimi esponenti del territorio, insieme a giornalisti, fotografi e la squadra Rai che si è occupata della diretta.
Al pomeriggio, come da tradizione, la cerimonia si è spostata ai Cappuccini.


Dopo la breve processione, l'omaggio al monumento ai caduti, alcune letture di Mario Ferrari e gli interventi di Sandra Ranghino, Sara Rocutto, neopresidente ANPI Città di Vercelli, Maura Forte e Mons. Bodo.  Al termine, la benedizione al mausoleo dei caduti, nel cimitero rionale. Ad accompagnare il corteo, la banda del comune di Villata che ha intonato, tra le altre, "Bella Ciao" e "Fischia il vento" (dalla russa Катюша), oltre che il tradizionale Inno di Mameli.

IL VIDEO






Fotogallery | Il 25 Aprile di Vercelli

La fotogallery completa di Samuele Giatti:




Il discorso completo del Presidente Mattarella


(video Quirinale)

Dopo l'inno di Mameli e l'inno alla Gioia, prende la parola, tra gli applausi, il presidente della Repubblica:

domenica 24 aprile 2016

La fotogallery de "Il mio Fido mi Sfida" in esclusiva su Vercelli YouthNews!

(gli organizzatori Claudio e Cristina)

Qui di seguito pubblichiamo tutte le foto scattate dal nostro inviato Fabio Sola durante la manifestazione cinofila svoltasi stamattina "Il mio Fido mi Sfida".

LA FOTOGALLERY COMPLETA:

sabato 23 aprile 2016

Forza Bianchi, Forza Pro! | Fino alla fine, con il coltello fra i denti!

(immagine di repertorio di Fabio Sola)

Alla vigilia di Pro Vercelli - Avellino era chiaro che l'unico risultato veramente utile sarebbe stata la vittoria e, invece, abbiamo rimediato l'ennesimo pareggio...
Al cospetto di un Avellino che si è dimostrata un'ottima squadra, i bianchi non hanno di certo sfigurato, anzi.
Dopo un primo tempo vinto ai punti dagli ospiti, che hanno sfiorato un paio di volte il goal colpendo anche un clamoroso palo con il pericolosissimo Castaldo, i vercellesi nel secondo tempo hanno sfoderato grinta e cuore e, a dieci minuti dal termine, sono riusciti a portarsi in vantaggio con una rete di Legati.
Ma ahimè, come purtroppo è successo pochi giorni fa a Terni e come pure altre volte nel corso di questo campionato, i bianchi non hanno saputo difendere il vantaggio per più di una manciata di minuti ed hanno subìto il pareggio ad opera di Castaldo.
Ebbene, nonostante la scoppola, i nostri leoni non si sono rassegnati attaccando a testa bassa fino a trovare il goal che sarebbe valsa la vittoria.
Peccato che l'arbitro non fosse d'accordo e, nel disappunto generale, ha annullato la rete scorgendo non si sa bene quale fallo in area....
Bordate di fischi ed insulti dagli spalti nei confronti del direttore di gara, animi accesi in campo e delusione per i padroni di casa che avrebbero meritato una vittoria indispensabile per dare ossigeno alla classifica.
Le note positive sono state la giusta mentalità e l'impegno dimostrato da tutti ed il rientro di Fausto Rossi (a nostro avviso migliore in campo). 
Le note negative, invece, sono state l'ennesima prova di immaturità nel non saper difendere neppure per pochi minuti il vantaggio acquisito e le occasioni sprecate dai nostri attaccanti (clamorosa quella gettata al vento da Beretta).
E, naturalmente, l'arbitraggio che ci ha negato una sacrosanta vittoria.
Intanto guardando alla classifica, nonostante la Pro non sia riuscita nuovamente a vincere, siamo ancora in piena corsa per poterci salvare a condizione di giocare le prossime quattro partite restanti con il coltello tra i denti e con una maggiore lucidità.
Le prossime sfide si presentano tutt'altro che facili: Cesena, Trapani, Perugia e Cagliari sulla carta sono squadre superiori a noi, ma a questo punto del torneo gli equilibri possono cambiare e tutto può succedere.
I ragazzi devono convincersi che ormai c'è poco da perdere e bisogna giocare solo ed esclusivamente per ottenere l'intera posta in palio, senza timori reverenziali.
Forza ragazzi ce la possiamo fare, a condizione che gli arbitri non ci mettano lo zampino...

Fabio Sola - Vercelli YouthNews

venerdì 22 aprile 2016

Cosa fare nel weekend 23-24 Aprile

(immagine di Fabio Sola)
 
E come di consueto, ecco a voi la nostra rubrica con gli eventi in programma nel prossimo weekend a Vercelli!
 

mercoledì 20 aprile 2016

Forza Bianchi, Forza Pro! | E ora.. vincere!

(immagine di fabio Sola)
 
 
E ora...vincere!
A questo punto del campionato, a costo di sembrare banali, è ammesso solo un risultato per poter continuare sulla strada della salvezza.
Dopo l'ennesimo pareggio (peraltro ammissibile sul difficile campo di Terni), sabato prossimo contro un Avellino in crisi, sono necessari i tre punti. 
Anche perché le seguenti partite si presentano tutt'altro che facili: Cesena, Trapani, Perugia e Cagliari...

SocialQuorum

Piattaforme Azalea A e Azalea B, dell'ENI, al largo di Rimini (foto Samuele Giatti)

Il referendum si è concluso. Niente quorum, pratica archiviata. Strano.
Eppure fino a sabato ognuno sui social lanciava la propria idea, chi con i canonici 140 caratteri, chi con pensieri più elaborati, altri addirittura con immagini. Di certo non si può dire che la votazione sia passata in sordina, tutti - ognuno con metodi diversi, chi prima chi dopo - sono venuti a conoscenza della chiamata alle urne. Ma perchè, quindi, l'affluenza ha sfiorato con difficoltà i 32 elettori su cento?
Coloro che, con tutte le forze a disposizione, hanno difeso fino alle 22.59 il "Sì", non hanno dubbi: è chiaramente un fallimento epocale della democrazia. E già alcuni propongono una modifica costituzionale (tanto quest'anno vanno di moda) per abolire l'odiato quorum. Utopia? Follia. Populismo? Demagogia.

martedì 19 aprile 2016

Domenica 24 Aprile torna "Il mio Fido mi sfida" a Vercelli


(un'immagine della scorsa edizione di Fabio Sola)


Domenica 24 aprile 2016, Vercelli l’A.S.D. Non Vedenti Torball Club Vercelli onlus organizza per il settimo anno questa simpatica manifestazione che vedrà come protagonisti non solo voi ma anche i vostri amici a quattro zampe, che vi accompagneranno lungo un percorso cittadino di quasi 5 km, con partenza da c.so De Gregori arrivando fino ai Cappuccini e ritorno.
 
Programma manifestazione
Ritrovo: presso il cortile della Palestra Mazzini (entrata in corso De Gregori).
A partire dalle ore 7.45 sono aperte le iscrizioni alla gara.
Fino al 22 aprile sarà possibile, inoltre, fare una pre-iscrizione in alcuni negozi della città; all’atto
della pre-iscrizione verrà rilasciato un tagliando con il quale sarà sufficiente presentarsi nei pressi
della partenza pochi minuti prima del “via”.
Partenza: ore 9.10 da c.so De Gregori (subito dopo il via della “Mezza maratona della Via
Francigena” e della “Vercelli che corre”).
Ristoro e Ritiro Pacco gara: presso il cortile della Palestra Mazzini al termine della gara.

Premiazioni ed estrazioni premi: presso il cortile della Palestra Mazzini alle ore 10,30.
L’iscrizione di euro 10 comprende un ricco pacco gara fornito da MAXI ZOO e da SANYpet FORZA
10.
Verranno premiati i primi 15 cani arrivati al traguardo con il proprio padrone, con prodotti
offerti da Maxi Zoo e Forza 10.
Verranno inoltre sorteggiati ricchi premi tra tutti i partecipanti, offerti dal negozio Michi e dalla
A.S.D. Torball.
Regolamento
La manifestazione non competitiva è aperta a tutti, anche ai bambini e a coloro che, pur non
possedendo un cane, vogliano comunque fare una passeggiata in compagnia.
Non è obbligatorio farla di corsa, ma ognuno è libero di scegliere la propria andatura.

È invece obbligatorio: l’utilizzo del guinzaglio, partire e tagliare il traguardo insieme al proprio
Fido e, nel caso il cane sia poco socievole, munirsi di museruola.
L’organizzazione declina ogni responsabilità per i danni che possono essere causati alle persone o ad altri cani.
E’ inoltre gradito l’utilizzo della paletta e del sacchettino.
Per ulteriori informazioni visitate il sito internet www.torballclubvc.it, scriveteci al nostro indirizzo e-mail
info@torballclubvc.it o contattateci al numero di cellulare 338/610.82.90.
Nel caso non possiate partecipare, ma volete aderire comunque, con il tagliando ricevuto potrete ritirare alle ore
10.30 il pacco gara e partecipare all’estrazione dei numerosi premi.
Negozi in città dove effettuare la pre-iscrizione:
ACCONCIATURE OSCAR & GIORGIA via Q. Sella, 34
IL GELATO v.le Garibaldi, 27
MANUELA TENDE via F.lli Bandiera, 12
MAXI ZOO via Torino, 143
MICHI corso Libertà, 262
VISION OTTICA BOSSI corso Libertà, 110
SI RINGRAZIANO sentitamente le Aziende e i negozi, gli amici e i volontari per la realizzazione della manifestazione
e i volontari del Canile di Borgo Vercelli che prenderanno parte all'evento. Un particolare grazie anche all'Atletica
78 Vercelli, all'associazione Generazione Nuova, al Comitato Vecchia Porta Casale per la logistica e a Fabio Sola che
curerà il servizio fotografico, disponibile dal giorno seguente sul sito www.vercelliyn.it.
LA MANIFESTAZIONE SI SVOLGERÀ UGUALMENTE ANCHE IN CASO DI MALTEMPO.
Per gli amanti della panissa ci sarà la possibilità di acquistare un buono per la consumazione del nostro piatto tipico
vercellese da degustare in loco.

lunedì 18 aprile 2016

"Il male accanto" - La legalità a teatro

Al Civico la prima nazionale dello spettacolo offerto alle scuole, con interventi dell'ex procuratore di Torino, Gian Carlo Caselli, e dell'on. Mattiello VIDEO / VIDEO / FOTO



Si è concluso lunedì mattina, al teatro Civico di Vercelli, il percorso «Una scuola di legalità», promosso da Coop nelle scuole del capoluogo, che ha coninvolto i ragazzi in un percorso di tre tappe attraverso la filiera dei prodotti che si trovano in commercio, con lo scopo di formare un consumatore consapevole [vedi il nostro approfondimento di febbraio]. La prima lezione, teorica, svolta tra i banchi, ha visto la messa in scena di un gioco-simulazione con lo scopo di portare avanti con successo una piccola azienda agricola. La seconda, svolta direttamente presso il supermercato, ha permesso di "toccare con mano" la situazione, navigando tra gli scaffali alla ricerca dei prodotti con il marchio di "Libera" o di altre associazioni dedite al reimpiego dei territori confiscati alle mafie. 
L'ultimo, invece, al Teatro Civico. Il grande evento che ha visto partecipi tutti gli studenti, insieme, in un grande dibattito di fronte a chi, della lotta alla criminalità organizzata, ne ha fatta una ragione di vita, come l'ex procuratore della Repubblica di Torino, Gian Carlo Caselli, o l'on. Davide Mattiello. In concomitanza con questo dialogo, la prima nazionale dello spettacolo "Il male accanto", a cura della compagnia GenoveseBeltramo, tratto dall'omonimo romanzo del giornalista Massimiliano Comparin. Una messa in scena, come ribadito dagli stessi attori, per la prima volta proposta ad un pubblico di ragazzi, in una struttura così ampia e «bellissima». La vicenda, per quanto macabra, ha suscitato commenti differenti nel pubblico, apprezzati e valorizzati dagli attori nel corso di una piacevole conversazione a fine spettacolo. 

Video | L'intervento di Gian Carlo Caselli, ex procuratore della Repubblica di Torino


Video | L'intervento dell'On. Davide Mattiello

domenica 17 aprile 2016

Giornata di riflessione Ebraico-Cristiana

Presso la sinagoga di Vercelli, l'incontro tra il rabbino di riferimento della comunità ebraica di Vercelli, Rav. Elia Enrico Richetti, e l'arcivescovo Mons. Marco Arnolfo
++VIDEO Il ricordo delle vittime della Shoah


Un momento di dialogo e condivisione quello di domenica 17 aprile tra l'arcivescovo di Vercelli, Mons. Marco Arnolfo, e il rabbino di riferimento della comunità ebraica di Vercelli, Rav. Elia Enrico Richetti, tra le mura della sinagoga cittadina. Il tema della discussione è stato il decimo comandamento, seguito da un breve momento di commemorazione di fronte alla targa in ricordo delle vittime vercellesi della Shoah.
La fotogallery è di Samuele Giatti


sabato 16 aprile 2016

Forza Bianchi, Forza Pro! | Ecco la Pro che vogliamo!

(La suggestiva coreografia degli Ultras della Ovest; foto di Fabio Sola)
 
 
Ci eravamo lasciati una settimana fa con un pareggio dei Leoni e ci ritroviamo oggi a commentare un altro pareggio.
A prima vista sembra la stessa cosa, ma così non è...

lunedì 11 aprile 2016

Forza Bianchi, Forza Pro! | Cosi proprio non va...

(immagine di Fabio Sola)
Così proprio non va...
Senza tanti giri di parole, a detta di tutti, quella con il Como è stata una delle peggiori partite dei Bianchi degli ultimi anni.
Al di là del punto strappato (o rubato?), quello che ha sconcertato è stato l'approccio "da signorine" di quasi tutta la squadra che ha retto in qualche modo soltanto nel primo tempo.
Dopodiché i lariani (ultimissimi in classifica) ci hanno letteralmente dominato, creando innumerevoli occasioni che, per nostra fortuna e per alcune strepitose parate di Pigliacelli, non si sono concretizzate.
La nostra tesi è stata anche confermata dalle oneste parole del presidente Massimo Secondo che, in modo chiaro e sincero, ha espresso tutta la sua delusione e la preoccupazione per questa squadra.
Da salvare solo un grande Pigliacelli ed un ritrovato Marchi, nuovamente a segno.
La realtà è che, oltre ad aver gettato punti preziosi in questi ultimi scontri diretti, diversi giocatori della Pro stanno evidenziando una carenza di tenuta atletica impressionante.
E' inconcepibile che dei calciatori professionisti di venticinque anni non riescano a reggere più di quarantacinque minuti di gioco...  
Insomma, come avevamo già scritto su queste pagine, a fronte di un non eccelso livello di diversi nostri giocatori, il tutto andrebbe compensato con una carica agonistica ben maggiore.
E invece, sta avvenendo l'esatto contrario!
Ma quanto è colpa dei giocatori e quanto di una preparazione atletica insufficiente?
D'altronde se Foscarini ed i suoi collaboratori in allenamento non fanno mai correre i ragazzi, non si può pretendere che poi questi abbiamo il fiato per farlo in partita...
L'evidenza è dimostrata dal fatto che contro le varie squadre che ci stanno affrontando continuiamo a patire nel secondo tempo, quando troppi giocatori mostrano fiacchezza e fiato corto.
Oltretutto, di fronte alle contestazioni finali degli encomiabili tifosi vercellesi, giunti in gran numero a Como per incitare la squadra, abbiamo pure assistito a indecorosi gesti di stizza ed atteggiamenti arroganti di alcuni giocatori....
Ed è proprio da qui che bisognerebbe riflettere: senza umiltà ed impegno la salvezza non arriverà.
La Pro Vercelli ha una storia ed una tradizione fatta di grinta ed abnegazione, cento anni fa come oggi e questo deve essere ben chiaro a chiunque abbia l'onore di indossare questa gloriosa maglia.
Intanto il tempo stringe e sabato arriva una motivatissima Salernitana...
    
Fabio Sola - Vercelli YouthNews

sabato 9 aprile 2016

Spicchi di mondo | La pace turbata di un'Europa in crisi

Estratto dalla nuova rubrica del PDF mensile di Aprile,  Scaricabile qui https://goo.gl/LFwnOU


Un colpo al cuore dell’Unione. Bruxelles è una città ferita. A poco sono servite le misure attivate dopo i due attentati in Francia, utili come colate di stucco in un muro pronto a crollare da un momento all’altro. L’esercito per le strade, le forze di polizia pronte ad intervenire, i controlli inaspriti. Tutto inutile. Il sistema ha una falla, difficile da identificare ai nostri occhi ma, a quanto pare, evidente a quelli dei militanti di Daesh, abili a penetrarla e trasformare in orrore i luoghi simbolo dei valori che caratterizzano lo stile di vita europeo.

venerdì 8 aprile 2016

Cosa fare nel weekend | 9-10 Aprile

(immagine di Fabio Sola)


9 aprile - "Campagna Amica - Il tipico delle terre dell'acqua"       
Per l'intera mattinata sotto i Portici di P.za Cavour: mercatino per chi vuole mangiare sano e conoscere al meglio la nostra terra "amica” e i suoi genuini sapori.
 
9 aprile - Revival 70/80/90
dalle ore 20.30 alle "Acacie" di Vercelli
prenotazioni al numero 0161213824
 
10 aprile - Fiera di Primavera       
Dalle 8.00 alle 20.00 in V.le Garibaldi e P.za Pajetta: tradizionale appuntamento con numerosi stand di prodotti vari.

10 aprile - "A vida vivida" Stagione Teatrale 2015/2016


Domenica 10 Aprile 2016 - Ore 17 - Teatro Civico
A VIDA VIVIDA (La vita vissuta)
Vincius de Moraes e la bossa nova tra poesia e canzone
Testo di Cinzia Ordine e Roberto Sbaratto
Regia di Roberto Sbaratto
In occasione delle Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro, l’Associazione culturale “Il Porto” propone uno spettacolo divertente e accattivante che guiderà alla riscoperta di uno degli aspetti più interessanti della tradizione culturale e musicale del Brasile: la “bossa nova”. Si partirà dalle origini del fenomeno artistico, nato alla fine degli anni ’50 del ‘900 che, in un decennio, si diffuse in tutto il mondo grazie alla poesia di Vinicius de Moraes e alla musica di Tom Jobim, di Baden Powell, di João Gilberto e di Toquinho. Attraverso questo viaggio tra versi e musica, si giungerà anche all’interpretazione italiana di alcuni splendidi brani di “bossa” di cui in Italia si fecero portavoci soprattutto da Sergio Endrigo e Ornella Vanoni. “A vida vivida”, che trae il titolo da uno dei più noti componimenti poetici di Vinicius, si dipanerà attraverso la recitazione e il canto di Roberto Sbaratto e di Lorena Crepaldi e l’accompagnamento musicale dal vivo curato da Stefano Profeta, Luigi Ranghino, Claudio Saveriano e Roberto Seccamani. Le scenografie per immagini saranno curate da Cinzia Ordine e Matteo Bellizzi.
 
10 aprile - Apertura cimitero israelitico       In Corso Randaccio, dalle 15.00 alle 18.00, con visite guidate ogni 30 minuti.
Info: Comunità Ebraica di Vercelli Tel. 0161.215805 

10 aprile - Mostra di Roberto Gianinetti presso il Museo Borgogna e la Confraternita di San Vittore
“Soft machine e Annunciazioni”.
Due mostre di Roberto Gianinetti per un Service
Apriranno al pubblico domenica 10 aprile le mostre di Roberto Gianinetti “Soft machine” e “Annunciazioni” allestite contemporaneamente in due sedi cittadine: il Museo Borgogna e la Confraternita di San Vittore. 


10 aprile - Al Museo Leone “Il 1700 a Palazzo Langosco"
Domenica 10 aprile l’arte e la grande moda fanno tappa al Museo Leone di Vercelli.
A partire dalle 15.30, presso la “Sala degli Abiti” di Palazzo Langosco, storica dimora settecentesca del Notaio Leone, si terrà un evento interamente dedicato alla scoperta dei preziosi tessuti e costumi del Settecento, in stile Rococò e Luigi XVI, appartenenti alle collezioni di Camillo Leone.

 

Per ulteriori informazioni visitate il sito: www.comune.vercelli.it

 

giovedì 7 aprile 2016

Un "Vercelli Book" tutto da ascoltare

Grande successo per "Readings from the Vercelli Book", il libro in antico inglese torna a parlare, oggi come mille anni fa





In città si nasconde un tesoro. Tra gli scaffali della Biblioteca Capitolare del Duomo - in compagnia di altre svariate centinaia di volumi - è conservato un manoscritto risalente al X secolo. L'età di oltre mille anni conferisce già da sola un valore inestimabile all'opera, ma la sua fama mondiale è da attribuirsi alla lingua in cui è stato realizzato. Un idioma rimasto incomprensibile e completamente sconosciuto per più di otto secoli, almeno fino a quando, nel 1822, venne rinvenuto da Friedrich Blume, in visita in Italia. Il "Vercelli Book" - questo il nome che gli è stato attribuito - è stato indicato come una delle rarissime testimonianze di lingua anglosassone, l'antenato dell'attuale Inglese, ormai estinta. Questa vera e propria "voce dal passato" attira in città ogni anno studiosi da ogni angolo del globo, ma nessuno sa come sia giunto a Vercelli. Si suppone che sia stato portato da un pellegrino in viaggio sulla Via Francigena, oppure che fosse un dono per qualche arcivescovo che, intorno all'anno mille, aveva in carico la nostra arcidiocesi.
Attraverso le sue centotrentasei pagine di sottili fogli di pergamena si possono trovare componimenti religiosi, per la maggior parte del poeta Cynewulf, come "The Fates of the Apostle" (i fatti degli apostoli), "The Dream of the Rood " (Il sogno della croce) e "Elena".
Una versione digitale del libro, realizzata dall'università di Torino, è consultabile a questo link http://vbd.humnet.unipi.it/beta/#104v
Purtroppo, come spesso tende ad accadere per le bellezze storiche, artistiche e culturali conservate in città, la loro fama si espande al di fuori di Vercelli, mentre gli stessi abitanti non ne sono a conoscenza o ne hanno una conoscenza molto limitata.


Diversamente ha cercato di fare la fondazione del Museo del Tesoro del Duomo che, nella serata di mercoledì 6 aprile, in Cattedrale, ha organizzato una pubblica lettura di alcuni brani estratti dal Vercelli Book.
Winfried Rudolf, Susan Irvine, Richard North e Dirk Schultze, tra i maggiori studiosi dell’antica lingua inglese, nonché docenti presso lo University College di Londra e l’Università di Gottinga, hanno prestato la loro voce per il numeroso pubblico vercellese.
La loro presenza a Vercelli si lega all’annuale workshop organizzato in Biblioteca Capitolare, dove ogni primavera si danno apountamento un gruppo di studenti stranieri che studiano i manoscritti medievali. 
Fotogallery a cura di Samuele Giatti

il Vercelli Book - (foto Samuele Giatti)

domenica 3 aprile 2016

È online la prima raccolta mensile!




L'avevamo annunciato poco più di due settimane fa, ora è realtà. La prima raccolta con i nostri articoli e le nostre fotografie è online! Una ogni mese, da poter stampare o leggere sui propri monitor. Un richiamo al passato, in sintonia con l'evoluzione digitale.

La presentazione, estratta dalla prima pagina:

«La carta è il passato»
Vi sarà certamente capitato di sentire questa brevissima frase chissà quante volte. Chi la ripete, effettivamente, non ha tutti i torti. In un mondo che va verso la completa digitalizzazione, i quotidiani cartacei diventano sempre più figure mitologiche o oggetti vintage, come un mobile d’antiquariato. Bello, sì, ma preferisco qualcosa di più accessibile. Le notizie viaggiano veloci e, soprattutto, si evolvono in un tempo ancora minore. Al contrario la carta - qui rappresentata da un PDF, che può esserne considerato l’erede digitale - rappresenta un punto fisso, un raccoglitore che, anche a distanza di anni, racconta la stessa realtà. Un fermo immagine della società, delle paure, dei modi di vivere, degli intrattenimenti e, perchè no, delle pubblicità di qualcosa passato già di moda. Una magia che le pagine web non possono scatenare, proprio perchè mutevoli ed effimere. La nostra scommessa vuole essere questa: una raccolta mensile di ciò che è stato pubblicato, da conservare  in una pagina dedicata del blog o - se lo desiderate - da stampare e tenere in un cassetto. Sarà la nostra, piccola, macchina del tempo.

Da ora in avanti, troverete tutte le edizioni mensili nella sezione "Il nostro mensile", nella barra in alto del sito. Oppure andando direttamente a questo link