giovedì 21 gennaio 2016

Uno spettacolo per ricordare Paolo Borsellino

«Palermo non mi piaceva, ma il vero amore consiste proprio nell’amare ciò che non ci piace per poterlo cambiare…»
(P. Borsellino)

Mercoledì 20 gennaio, presso l'aula magna del liceo scientifico "A.Avogadro" ha avuto luogo la rappresentazione teatrale curata dall'associazione trentasettesimo parallelo con il supporto dell'agenzia Sound Power di Trapani, ispirata alla biografia di Paolo Borsellino del giornalista Umberto Lucentini.
Inserito in un programma di studi legato alla mafia che coinvolgerà gli studenti fino alla conclusione dell'anno scolastico, con la possibilità di partecipare a diversi concorsi rivolti alle scuole dalle istituzioni o dalle associazioni come Libera - nomi e numeri contro le mafie.
"Abbiamo cercato di esaltare il lato umano del procuratore" - ci spiegano direttamente gli attori tra gli applausi - "oltre, ovviamente, a quello giuridico".
Uno spettacolo semplice e coinvolgente, per rivedere i fatti alla luce delle emozioni dei protagonisti che li hanno vissuti.

Samuele Giatti - Vercelli YouthNews