martedì 8 dicembre 2015

Ne parliamo con... | Jenny Rospo

Jenny Rospo, cantante internazionale, vercellese di nascita, porterà il suo tributo a Mina, la sera del 15 dicembre, al Teatro Civico. L'abbiamo intervistata per voi.



Jenny, come ti sei avvicinata alla carriera musicale?
La musica mi ha sempre affascinato, fin dalla giovane età gli standard jazz, ai tempi introvabili se non a pagamento, mi hanno fatto compagnia. Chiaramente la musica italiana ha sempre fatto da protagonista, e le mie voci preferite sono sempre state quelle femminili più impegnative, tra le quali Mina.
Canto da quando avevo 14 anni, mio padre è stato il primo a credere in me e nel mio talento. Io, invece, ho iniziato a crederci abbastanza tardi, avevo trent'anni. L'incontro con Giulio Mogol e la possibilità di frequentare la sua scuola, il C.E.T., mi hanno finalmente convinta che il mio cammino era quello musicale. Appena diplomata ho deciso che avrei dedicato la mia vita alla musica.


Da molto tempo vivi in Spagna, cosa ti ha spinto a lasciare l'Italia?
In Italia le offerte erano, e sono tutt'ora, molto basse per i musicisti e cantanti, ragion per cui per vivere di musica avrei dovuto adattarmi a fare un secondo lavoro.
Decisi cosí di tasferirmi In Spagna, luogo che frequentavo con la famiglia, la lingua era giá nel mio bagaglio culturale, quindi tutto fu piú facile!
L'interesse per il mio repertorio e il mio stile vocale fu immediato. In pochi mesi iniziai a lavorare con uno spettacolo mio, un viaggio nei successi musicali femminili americani.
“Ladies Night”, il nome sello show, rappresenta voci del calibro di Tina Turner, Bonnie Tylor, Donna Summer, Gloria Gaynor, Barbara Straisand, Liza Minelli. Le mie preferite.
In Seguito poi alla fama riscontrata, ho potuto permettermi di portare a Tenerife il nome di Mina e farne un vero e proprio tributo.
Ci tengo a precisare che il primo Spettacolo fu presentado a Punta Ala, In Toscana, con la collaborazione di altrettanti musicisti di rilievo.
Alla domanda di come sia arrivato il mio successo, o quali sono i miei successi la risposta è una: Il successo per me è fare ciò che amo, quindi io ho la mia parte!
Vivo In un posto che ho imparato ad amare e vivo di ció che mi appassiona, da 15 anni ho “mangiato”, come si dice In gergo, solo di musica. Ho viaggiato, ho conosciuto persone eccezionali, ho lottato senza scendere a compromessi e sono felice, sono una Donna coraggiosa e ne sono fiera, perché per me è il coraggio che muove il mondo.

Ti è mai mancata Vercelli durante la tua assenza?
Sono sincera: In un primo momento no. Tutto era nuovo ed era bello, poi poco a poco le radici richiamano... la famiglia, gli amici, i riflettori puntano alla vita privata e sono le piccole cose della quotidianità che ti mancano... il pranzo con la famiglia la domenica, il caffè con un amica, vedere i nipoti e i cugini fare le recite di Natale o, semplicemente, vederli crescere.
Tenere tutto questo nel cuore, respirare profondo ingoiando qualche lacrima, proiettando lo sguardo alla propia passione e pensando che tutto ha un prezzo.

Un messaggio che vuoi lasciare a chi la settimana prossima sarà seduto nel teatro ad ascoltarti
Un messaggio che voglio a lasciare a chi ci sarà il 15, ma anche tutti gli altri, è che non sarà un semplice concerto! Sarà una grande festa tra amici. Ricordate che la Musica e' un mondo pieno di colori sfumature, che ognuno vive a suo modo, che siamo tutti unici e, per questo, speciali. Non dimentichiamo che è sempre meglio tentare che restare nel dubbio, che il coraggio e l'entusiasmo fanno miracoli e che, comunque vada, sarà un successo.


Ricordiamo che i biglietti per la serata di martedì 15 dicembre sono acquistabili, a partire da 10€, presso:
Dosio Music  in via Verdi (Vercelli) – Info 333 6609451
Biglietteria del Teatro Civico in via monte di pietà (Vercelli) - info 0161 255544