lunedì 11 maggio 2015

"Una vita tra le mani" serie di eventi benifici per AIRC

 Il primo, a cura della scuola Vallotti, domenica sera alle 21 in piazza Palazzo Vecchio. Moltissimi i partecipanti, tra tutti è emersa la performance di Marco Anastasio con il suo bassotuba


 
Grande affluenza di pubblico, ma ancora di più, grande entusiasmo per il concerto organizzato da Carlo Manzato nell’ambito dell’iniziativa “Una vita tra le mani”, finalizzata alla raccolta fondi in favore dell'A.I.R.C. Fra i personaggi intervenuti prima del concerto ricordiamo il sindaco Maura Forte che ha espresso l’idea che l’impegno dei giovani della Vallotti si inserisce nel quadro di una “Vercelli, città che costruisce il futuro”, ricordando il recente progetto di sviluppo "Vercelli2020" che ha raccolto un largo consenso tra i cittadini. Commosse le parole di Manzato, e sentite partecipe anche quelle degli altri oratori. Sono anche stati ringraziati dal maestro Ivan Rondano quanti hanno appoggiato e sponsorizzato l’evento. Durante la serata si è esibita l’orchestra dei giovani della Vallotti, che ha eseguito diversi brani tra cui “Profondo rosso”, “A night at the movies” e “Fenomenal”. Originale l’esibizione col bassotuba di Marco Anastasio, ma, particolarmente entusiasmante è stata la performance del gruppo degli allievi di Sergio Sorrentino, composto da chitarre elettriche e bassi, che hanno eseguito, sempre accompagnati dall’orchestra, il difficile brano Chromazone composto da Mike Stern. L’applauso finale è stato pienamente meritato.







 Il prossimo appuntamento è questa sera, lunedì 11 maggio, sempre alle 21 nella celeberrima piazza dei pesci, con l'esibizione live dei "The Bartenders". Mercoledì si replica alle 20.30 con la "Cornfield Marching Band" e a seguire un'esibizione di arti marizali curata da Shen Qi Kwoon Tai. Per concludere, musica latina con Anna Caropreso, Alessandro Mai e Flavio Casalone. 

Matteo Dalla Stella - Samuele Giatti Vercelli YouthNews