martedì 28 aprile 2015

Per non dimenticare.



All'inizio della nostra piccola avventura ci eravamo promessi di non trattare in alcun modo argomenti che riguardassero la cronaca nera. Ma questa volta è diverso. Nessuno avrebbe mai immaginato che, in così poco tempo, avremmo dovuto sbattere la testa di fronte a ciò che in questi giorni ha del tutto sconvolto la nostra città. Tutti conoscevamo Vittorio almeno di vista e nel momento in cui, domenica sera, abbiamo appreso la notizia, un brivido gelido ha percorso le nostre schiene. In questi due giorni abbiamo riflettuto per cercare di organizzare le idee, ma di fronte ad una tale perdita, le parole difficilmente vengono alla "tastiera". Ieri sera purtroppo non siamo riusciti ad essere presenti alla veglia in sua memoria, ma il nostro pensiero era lì, in piazza Cavour, insieme a tutti gli altri. Una candela accesa nelle nostre case, in suo ricordo.
Ci stringiamo intorno agli amici e alla famiglia, convinti che il "nostro" Conte difficilmente sarà dimenticato.
Ciao, Vittorio

Andrea, Emanuele, Fabio e Samuele.